salta al contenuto

Programma delle attività annuali da realizzare nel 2012

 

TRIBUNALE DI VIBO VALENTIA

Oggetto : Programma delle attività annuali da realizzare nel 2012 ai sensi del d.lgs. 240/2006.

Il decreto legislativo n. 240/06, ha disciplinato la ripartizione delle competenze tra il magistrato capo dell’ufficio ed il dirigente amministrativo, attribuendo a quest’ ultimo, i poteri di gestione della struttura amministrativa intesa come complesso di lavoratori e mezzi di supporto all’esercizio della giurisdizione.

L’art. 2 del d.lgs 240/2006 dispone che “ il dirigente amministrativo preposto all’Ufficio giudiziario è responsabile della gestione del personale, da attuare in coerenza con gli indirizzi del magistrato capo dell’Ufficio e con il programma annuale delle attività di cui all’art. 4.”

L’art. 3 d.lgs 240/06, al punto 2, dispone “ il dirigente preposto all’ufficio giudiziario è competente ad adottare atti che impegnano l’amministrazione verso l’esterno, anche nel caso in cui comportino oneri di spesa , nei limiti individuati dal provvedimento di assegnazione delle risorse di cui al comma 1.”

La nuova normativa in prima applicazione, ha trovato una interpretazione nelle circolari ministeriali a firma del Capo Dipartimento 30 ottobre 2006 e 13 aprile 2007 e dalla risposta a quesito da parte del Consiglio Superiore della Magistratura del 26 gennaio 2007 prot. P2050/2007.

Dalla sopra richiamata nota del C.S.M. appare come ” la nuova disciplina della dirigenza degli uffici giudiziari introdotta con d.lgs 25 luglio 2006 n 240 è informata a criteri di netta distinzione tra le attribuzioni del magistrato dirigente l’ufficio e le attribuzioni del dirigente amministrativo. Al primo spettano la titolarità e la rappresentanza dell’ufficio nonché l’adozione dei provvedimenti concernenti l’organizzazione dell’attività giudiziaria e con i rappresentanti degli altri Uffici giudiziari ( art. 1). Il dirigente amministrativo è autonomamente responsabile della gestione delle risorse umane (art. 2) e delle risorse finanziarie e strumentali dell’Ufficio (art.3).

Il coordinamento tra l’attività giudiziaria e l’attività del personale amministrativo interviene nel momento della redazione del programma annuale da parte del magistrato capo dell’ufficio giudiziario unitamente a dirigente amministrativo ad esso preposto”.

l’art. 4 ha, quindi, previsto “il programma delle attività annuali”, quale nuovo strumento di organizzazione dell’ufficio prodotto dalla collaborazione tra il magistrato capo dell’ufficio ed il dirigente amministrativo, a mezzo del quale gli stessi, entro il 15 febbraio di ogni anno, definiscono il piano delle attività da svolgere nel corso dell’anno medesimo, indicando le priorità di intervento e tenendo conto delle risorse disponibili.

Tuttavia, per poter garantire “standard” di efficienza, gli uffici devono poter contare su risposte rapide e certe in relazione ai fabbisogni relativi a risorse economiche e strumentali certe.

Quanto sopra, ai sensi della normativa in esame dovrebbe essere garantito e reso disponibili dall’ Amministrazione Centrale in attesa dell’attuazione di quella parte della riforma dell’ordinamento che istituisce le direzione regionali o interregionali.

In attesa dell’istituzione delle direzioni generali, stando al tenore letterale della circolare 31/10/2006 del dipartimento dell’ O.G. “ le competenze dei dirigenti amministrativi devono ricavarsi dalle norme immediatamente precettive (d.lgs. n. 240/06) che hanno effetto sull’assegnazione del personale amministrativo, sull’allocazione dei beni materiali e sull’impiego delle risorse finanziarie”.

Ai sensi del decreto legislativo 198/2009 e del decreto legislativo 150/09 vanno definiti gli standard di qualità della struttura e la redazione del piano della performance.

La delibera n 88/2010 “ linee guida per la definizione degli standard di qualità( articolo 1, comma 1, del decreto legislativo 20 dicembre 2009 n 198 nel

Nella programmazione della attività annuale e nella indicazione degli standard di qualità non si può non tenere conto degli indirizzi derivanti:

  • Atto di indirizzo per la performance per l’anno 2012 Ministero della Giustizia dg OIV17/01/2012.0000038.U

  • Dalle Tabelle triennali sui criteri delle scelte organizzative adottate dall’Ufficio

  • Dagli Obiettivi specifici del dirigente amministrativo connessi all’incarico.

  • Dal decreto legislativo n 150 del 27 ottobre 2009 attuativo della legge 4 marzo 2009 n. 15

  • Dai compiti e dalle mansioni derivanti dall’applicazione delle nuove qualifiche professionali ai sensi del contratto integrativo, sottoscrito il 29 luglio 2010, al CNNL 2006/09

  • Dall’atto di indirizzo strategico anno 2011 a firma del Dirigente amministrativo

Premesso quanto sopra, i sottoscritti

Presidente del Tribunale e Dirigente Amministrativo

redigono,

per l’anno 2012, il seguente programma delle attività, indicando le priorità di intervento tenendo conto delle risorse umane, finanziarie e strumentali disponibili e degli standard di qualità degli uffici.



ATTIVITA’ DI UDIENZA

Riguardo sia al settore penale, sia al settore civile, sezione lavoro compresa, si provvederà, a all’attuazione dei protocolli di udienza, sottoscritti nell’anno 2011 con il consiglio ordine avvocati del foro di Vibo valentia quali strumenti di “codificazione” di prassi autoregolamentate e finalizzate a promuovere efficienze nella gestione delle udienze.

Le udienze previdenziali e di lavoro saranno garantite dal personale nella qualifica di assistente giudiziario in servizio presso l’Ufficio NEP, salvo per la doppia udienza del martedì e del giovedì che sara garantita con personale di cancelleria

La chiamata alle udienze penali sia monocratiche che collegiali sarà garantita dal personale in servizio presso le cancellerie del Tribunale.



RELAZIONE CON L’ORDINE FORENSE e PROCURA DELLA REPUBBLICA

Anche per il 2012 sarà mantenuto il comitato composto dalla Presidenza e dalla Dirigenza amministrativa del tribunale e da rappresentanti dell’Ordine Forense locale.

Come per gli anni precedenti saranno programmate una serie di incontri al fine di concordare modalità funzionali e ricercare soluzioni condivise alle problematiche relative ai servizi.

Si provvederà alle regolare convocazione ex articolo 15 decreto legislativo 28 luglio 1989 n 273 con Procura della Repubblica, Magistrati Dirigenti e/o coordinatori di sezione e locale Ordine Avvocati



COOPERAZIONE CON IL TRIBUNLE DEI MINORI DI CATANZARO

Anche per l’anno 2012 sarà messo a disposizione del Tribunale per i minorenni di Catanzaro aula di udienza, arredata e fornita di strumentazione informatica, per le udienze e/o gli incontri riguardanti minori e/o situazioni a rischio di residenti nel circondario del tribunale di Vibo Valentia



SICUREZZA

1) Decreto legislativo 9 aprile 2008 n 81

Nell’anno in corso, si darà corso a tutte le attività relative alla sicurezza e all’igiene nei luoghi di lavoro di cui al decreto legislativo 9 aprile 2008 n. 81.

In particolare si provvederà al completamento delle visite mediche del personale a cura del nominato “medico competente”.

Anche per l’anno 2012 si chiederà alla locale ASP di provvedere , come avvenuto negli anni passati, alla vaccinazione su base volontaria del personale in servizio in locali predisposti presso il Tribunale.


2) sicurezza locali

Anche per il 2012 la vigilanza, diurne e notturna, agli accessi al Palazzo di Giustizia, di corso Umberto I continuerà ad essere garantita da ditta privata incaricata dal Comune di Vibo Valentia.

La vigilanza, diurna, agli accessi al Palazzo di Giustizia, di via Lacquari verrà garantita dalla polizia Provinciale di Vibo Valentia.

Si provvederà, acquisita la “ segregazione” degli atti di appalto da parte del superiore ministero, ad espletare le formalità di gara, alla predisposizione dell’impianto di video sorveglianza al palazzo sito in corso Umberto I giusta autorizzazione ministeriale DOG.10/11/2010.0113399.U



ARCHIVI

All’atto della, si auspica, consegna, da parte del Comune di Vibo Valentia, si procederà alla unificazione degli Archivi attualmente dislocati in vari punti della città

Nel corso dell’anno si proverà al monitoraggio degli atti per i quali si potrebbe dare corso all’attività di versamento agli Archivi di Stato o allo scarto.

SUPPORTO ATTIVITÀ GIUDIZIARIA

L’ufficio predisporrà l’attività di supporto all’attività dei magistrati giornalmente con disposizione, anche verbale, dei funzionari responsabili dei servizi con previsione, da parte del dirigente amministrativo, di regolare presidio a copertura dei servizi essenziali per il giorno di sabato e turnazione nelle giornate festive.

Il ricorso al lavoro straordinario, espressamente autorizzata dal dirigente amministrativo previa motivata richiesta del funzionario responsabile dell’ufficio in cui l’attività deve essere effettuata, sarà contenuto al massimo, garantendo prioritariamente i servizi di udienza e autisti e, in relazione alle esigenze prospettate dalle singole cancellerie civili e penali,servizio fotocopiatura atti, servizio quest’ultimo che non risulta possibile garantire nell’ordinario orario di lavoro stante la notevole moltitudine ( specie per l’ufficio GIP) degli atti da fotocopiare.

Un limite al ricorso al lavoro straordinario è dato dalla nuova articolazione del lavoro, per come previsto dalla concertazione con le rappresentanze sindacali e con i rappresentanti dell’ordine forense in data 21 maggio 2009 che si manterrà anche nell’anno 2012.

La nuova articolazione, alla quale ha aderito circa il 70 % del personale, ed in particolare la quasi totalità del personale addetto all’assistenza all’udienza (CANCELLIERI) dei Conducenti automezzi e degli ausiliari ex posizione economica B1 e A1 permette di fronteggiare il quasi quotidiano allungamento delle udienze, civili e penali, alle prime ore pomeridiane.

Per l’attività di fotocopiatura si solleciterà l’attuazione alla convenzione con l’ Amministrazione Provinciale sottoscritta in data 29 giugno 2009 e per le attività che comportano un notevole numero di atti da riprodurre si provvederà in applicazione all’articolo 73 DPR 115/02 (testo unico spese di giustizia)

In relazione al servizio fotocopiatura , previa consultazione con il funzionario delegato alle spese presso la Corte di Appello di Catanzaro, si valuterà la possibilità di acquisire, tramite gara di appalto, la disponibilità di ditta privata .

PROBLEMATICHE RIGUARDANTI IL PERSONALE – INTERVENTI E POSSIBILI SOLUZIONI :

1) SITUAZIONE ORGANICO

Con disposizione normativa si sono individuate le piante organiche alle effettive presenze al settembre 2008 e da ultimo al 30 settembre 2009 eliminando solo di fatto le, più volte denunciate, gravi carenze in organico, mantenendo però le gravi difficoltà ad operare , ed il più delle volte a garantire il quotidiano, tenendo anche conto delle sempre più crescenti esigenze di servizio e dell’alta incidenza, in negativo, delle periodiche assenze a vario titolo (maternità, malattia, ferie, congedi parentali, permessi a vario titolo, aspettative, comandi, ecc.) che hanno, in negativo, inciso sulla effettiva presenza in ufficio del personale.

Molte delle criticità risultano, inoltre, di difficile soluzione stante la più volte segnalata inadeguatezza della dotazione organica, specie in alcune figure di non secondaria importanza per il supporto all’attività dei magistrati (personale della qualifica di Cancelliere , Assistente Giudiziario e Operatore Giudiziario) e all’assenza di personale qualificato, si pensi specie ai contabili e informatici essenziali a garantire le sempre maggiori incombenze che vengono richieste all’ufficio .

Si ritiene doveroso rimarcare come negli ultimi tempi, la consistenza del personale amministrativo dell’ufficio sia nella sede centrale che nella sezione distaccata di Tropea, abbia subito un sensibile calo.

Il fenomeno è destinato a mantenersi, si pensi che per il corrente anno 2012 hanno gia presentato domanda di pensionamento n 3 ( tre) Funzionari giudiziari e n 1(uno) assistente giudiziario.

Quanto sopra non può non ripercuotersi negativamente sull’organizzazione e l’efficienza dei servizi ed evitare il manifestarsi di un sempre maggiore malumore tra il personale in servizio in relazione alla inevitabile redistribuzione dei carichi di lavoro.

Una parziale, ma significativa, soluzione ai sopra prospettati problemi si è avuta a seguito del rinnovo in data 26 novembre 2011 del protocollo con la Provincia di Vibo Valentia, già sottoscritto in data 18 novembre 2008 e prorogata in data 27 novembre 2009 e 25 novembre 2010 che ha portato ad utilizzare,e permetterà di utilizzare anche nel presene anno, sia nella sede centrale che nella sezione distaccata e con esiti più che ottimali, personale dell’ente territoriale specie in quei settori ( Lavoro, Previdenza, GIP/GUP, esecuzioni civili) dove maggiore era, ed è, il livello di criticità.

È attualmente utilizzato personale regionale, nella misura di quattro unità per 6 mesi, dell’accordo, in data 20.12.2011 prot. 15423 , tra gli Uffici Giudiziari del Distretto, Corte di Appello di Catanzaro e la Regione Calabria per l’utilizzo di personale

In data 20 settembre 2011 rep. 1625 è stato sottoscritto tra il Tribunale di Vibo Valentia , la Provincia di Vibo Valentia e la Regione Calabria protocollo di intesa per stage formativo dei lavoratori percettori di reddito in deroga

Considerato che il problema relativo all’adeguatezza della pianta organica è di competenza ministeriale una se pur limitata soluzione alle carenze in organico, che inevitabilmente si ripercuote sui servizi, è quella di mantenere nel possibile le udienze giornaliere nell’orario 9/14 per permettere nel rimanente orario di servizio 14,30 e 15,40 di provvedere alle attività di ufficio



2) FORMAZIONE PERSONALE

Appare superfluo sottolineare l’importanza della formazione del personale in prospettiva di una migliore qualità del servizio reso all’utenza.

Negli ultimi anni l’Ufficio ha adottato, e stimolato, la politica della formazione del personale, nell’ambito di una riqualificazione dello stesso, mediante invio (nella maggiore percentuale possibile) ai corsi di aggiornamento tenuti dall’Ufficio Formazione della Corte di Appello di Catanzaro e preso la sede CISIA di Lamezia Terme.

Per il corrente anno si provvederà ad inviare il personale ai corsi per come si stabilirà nella programmazione anno 2012 a seguito della riunione dei Dirigenti Amministrativi del Distretto.

Alla formazione del personale concorrerà all’aggiornamento del sito web e della finestra condivisa (shared folder) nonché alla redazione a cura del dirigente di un manuale pratico operativo dei servizi da distribuire al personale (attività rientrante tra gli obiettivi del dirigente amministrativo per l’anno 2012.)

Come per gli anni passati sarà garantita dal Dirigente amministrativo l’attività di docenza, ove richiesta e per le materie attinenti al servizio, all’ufficio di Formazione sia del distretto di Catanzaro che di Reggio Calabria.



3) INFORMATIVA AL PERSONALE

Nell’ambito di una maggiore acquisizione professionale da parte del personale in servizio, sia sotto l’aspetto di una maggiore conoscenza dei servizi sia sotto l’aspetto di una conoscenza dei diritti e doveri derivanti dal rapporto di lavoro si provvederà, nell’ambito degli obiettivi specifici del dirigente amministrativo, all’aggiornamento della "shared folder" che permetta, come è già avvenuto per gli anni 2009/2010, una diretta visione, e pronta conoscenza, delle normative e delle circolari di maggiore interesse per il personale ( attività rientrante tra gli obiettivi del dirigente amministrativo per l’anno 2012.)

Gia dagli ultimi mesi dell’anno 2008 si sta provvedendo e si provvederà anche nel corrente anno, alla trasmissione degli ordini di servizio e delle circolari di maggiore interesse mediante l’utilizzo della posta interna.

4)CARTELLINI IDENTIFICATIVI

In applicazione al decreto legislativo 150/09 , per l’identificazione dei funzionari e del personale, già in atto nei passati anni, sarà fatto osservare l’obbligo di indossare all’interno del Palazzo di Giustizia il cartellino identificativo con fotografia già assegnato nel corso del 2006 fatta salva l’ipotesi di identificazione per tramite targhette identificative da scrivania nella postazione lavoro.



ARTICOLAZIONE ORARIO DI ACCESSO AL PUBBLICO

La carenza di personale ha portato, a seguito di formale riunione con i Rappresentanti del Foro e delle Associazioni Sindacale una diversa articolazione dell’orario giornaliero di apertura degli uffici di cancelleria al pubblico, orario che sarà mantenuto anche nell’ anno 2012.

In relazione alle sempre più crescenti esigenze di segretezza e privacy facendo seguito a quanto già disposto negli ultimi mesi dell’anno 2009 e nell’anno 2010, anche nell’anno 2011 sarà garantito la ricezione degli atti provenienti dalla Procura della repubblica, sia nella Cancelleria GIP/GUP che del Dibattimento penale in orari e locali distinti da quelli dell’utenza privata.

COMUNICAZIONI OBBLIGATORIE

Si procederà agli adempimenti di cui:

- all’art. 9-bis, comma 2, del decreto legge n. 510/1996, per come sostituito dal comma 1180 dell’articolo unico legge 296/2006

- all’art. 1, comma 221, legge n 244 del 24 dicembre 2007

PRESCRIZIONI URGENTI RELATIVE ALL’ULTIMA VERIFICA ISPETTIVA.

Nulla da prevedere

Le normalizzazioni per come richieste sono avvenute nel rispetto dei termini assegnati.

SERVIZIO DOCUMENTAZIONE ATTI UDIENZE

Quanto al servizio in esame, l’Ufficio provvederà a quanto di competenza per l’esatto adempimento dei servizi a supporto delle attività di documentazione atti di udienza forniti da ditta specializzata nel settore.

INFORMATIZZAZIONE DEI SERVIZI

Nel corso dell’anno 2012 si provvederà all’ulteriore aggiornamento e/o completa installazione dei servizi informatici relativi :

PEC – posta certificata

REGE – predisposizione REGE redazionale e bonifica dati REGE sezione dibattimento penale e Ufficio GIP/GUP sede centrale e sezione distaccata

PON- popolamento dati ufficio Fallimentare e Ufficio esecuzioni mobiliari e immobiliari

SIECIC – avvio del nuovo sistema di registro dell’esecuzione civile individuale e concorsuale

SIPP – informatizzazione dell’ufficio Misure di Prevenzione

SIPERT – nuovo sistema di gestione presenze del personale

GECO – sistema di gestione beni in dotazione all’ufficio

SIAMM - a far data del 1 ottobre 2009 è stato avviato l’applicativo ministeriale denominato Siamm, come nell’anno 2009, 2010 e 2011 nel corso del 2012 si provvederà al potenziamento del servizio con la eliminazione degli eventuali errori dovuti alla novità del sistema e dell’introduzione dello stesso nel corso dell’anno, auspicando i richiesti interventi ministeriali correttivi delle irregolarità e dei limiti segnalati.


COMUNICAZIONE BIGLIETTI DI CANCELLERIA E SCAMBIO NOTE PER VIA TELEMATICA

Nel corso dell’anno 2012 si solleciterà l’applicazione dell’accordo con il locale consiglio dell’ordine forense diretto alla comunicazione, per gli iscritti al foro di Vibo Valentia, dei biglietti di cancelleria per tramite posta elettronica.

Con nota prot.144 del 22 gennaio 2009 si è chiesto al Signor Presidente del consiglio dell’ordine degli avvocati di Vibo Valentia l’elenco degli indirizzi e-mail dei professionisti locali richiesta a tutt’oggi, e malgrado i molteplici solleciti, inevasa

Si manterrà anche per l’anno 2012 l’ ordine di servizio n 4 del 26 gennaio 2009 a firma congiunta della scrivente Dirigenza con il quale si è disposto che le comunicazioni ai CTU avvengano esclusivamente a mezzo fax o posta elettronica .

Come da proposta del Magistrato Dirigente il settore civile gli scambi delle note tra le parti in corso di causa saranno autorizzate per via telematica rimanendo a carico della parte il solo onere di depositare, a comunicazione avvenuta, nel fascicolo processuale la copia cartacea con prova dell’avvenuta comunicazione

Su richiesta del Magistrato Dirigente il settore civile sarà rinnovata la richiesta al Superiore Ministero affinché valuti l’opportunità di coinvolgere il tribunale di Vibo Valentia nei progetti pilota di cui all’articolo 4, punto 3, decreto legge 29 dicembre 2009 n 193.


COMUNICAZIONE PER VIA TELEMATICA NOTE DI TRASCRIZIONE

Facendo seguito a quanto già disposto negli anni precedenti si provvederà, salvo diverse disposizioni dell’Agenzia del Territorio, alla trasmissione via e-mail delle note di trascrizione ex articolo 2671 codice civile


UTILIZZO POLIS WEB

In questo tribunale è in uso il sistema polis web anche se lo stesso risulta poco utilizzato dagli avvocati del foro di Vibo Valentia.

Nel corso dell’anno si continuerà nell’ opera di sensibilizzazione tra i professionisti per un maggior uso del programma informatico il cui utilizzo eliminerebbe sensibilmente l’afflusso dell’utenza nelle cancellerie.


PROGETTO PENALE SOFWARE

Il sofware autoprodotto che permette la gestione dell’intero processo penale il cui utilizzo attualmente è limitato agli atti dibattimentali in attesa di protocollo d’intesa con la locale procura della repubblica verrà, gradualmente estesa alla funzionalità dell’ufficio GIP.

In proposito con nota prot. 2445 del 25 novembre 2010 se ne è chiesto il finanziamento nell’ambito del Progetto Calabria.



ATTIVITA’ DI VIGILANZA UFFICI DEL GIUDICE DI PACE DEL CIRCONDARIO

Anche per l’anno 2012, come già avvenuto negli anni 2009,2010 e 2011 si procederà alla verifica attività uffici del giudice di pace del circondario ex articolo 3 e 16 legge 374/91

CONVENZIONI STIPULATE CON PROVINCIA DI VIBO VALENTIA

Se nell’anno in corso verrà acquisita la disponibilità da parte dell’amministrazione comunale di Vibo Valentia di idonei locali, già individuati con deliberata di Consiglio Comunale del novembre 2010 , si darà, ci si augura, piena attuazione al protocollo di intesa stipulato, in data 18 novembre 2008, con la Provincia di Vibo Valentia per la gestione, per tramite il Sistema Bibliotecario Vibonese, dei registri di stato civile tenuti da questo tribunale in conformità a quanto stabilito dall’art. 33 R.D. 1238/1939

Verranno nell’anno 2012 mantenute, per come prorogate, le convenzioni che permettono l’utilizzo, presso le cancellerie del tribunale sede centrale, sezione lavoro e previdenza e sezione distaccata di Tropea di personale dell’amministrazione provinciale, nonché le convenzioni relative alla fotocopiatura atti e al trasporto documentazione negli uffici del circondario e alla vigilanza degli ingressi del Palazzo di Giustizia sito in Corso Umberto I.


CONVENZIONI RELATIVE AL MIGLIORAMENTO DEI SERVIZI SETTORE ESECUZIONE CIVILE E FALLIMENTARE

Nel corso dell’anno si continuerà, giusto protocollo d’intesa sottoscritto in data 12 novembre 2009 con la Ediservice srl , senza oneri per il tribunale, alla digitalizzazione dei fascicoli relativi alle procedure esecutive e concorsuali (creazione del fascicolo digitale), al rilascio password per la visualizzazione dei fascicoli agli avvocati costituiti nelle procedure esecutive e fallimentari, alle informazioni all’utenza, anche per via informatica, sulle modalità di partecipazione alle vendite giudiziarie



CONVENZIONE ASTE ONLINE

Nel corso dell’anno si continuerà, giusto protocollo d’intesa sottoscritto in data 15 maggio 2010 con la Ediservice srl , senza oneri per il tribunale, alla vendita, tramite asta, per via telematica dei beni mobili provenienti da pignoramenti mobiliari e dalle procedure fallimentari

CONVENZIONE PUNTO INFORMATIVO SULLA MEDIAZIONE FAMILIARE

giusto protocollo d’intesa sottoscritto in data 19 dicembre 2011 con l’associazione PROMEDIA , senza oneri per il tribunale, viene istituito, una volta la settimana, il martedì, un punto informativo sulla mediazione familiare


CONVENZIONI RELATIVE AL SERVIZIO DI DEPOSITO SOMME DI PERTINENZA DELLE PROCEDURE ESECUTIVE, FALLIMENTARI E DI DIVISIONE

In attesa della completa estensione anche ai depositi civili della disciplina di cui all’ art. 61, comma 23, D.L. 25 giugno 2008 n. 112 convertito con modifiche nella legge 6 agosto 2008 n 133, all’articolo 2 del Decreto legge 16 settembre 2008 n 143 convertito, con modificazioni, nella legge 13 novembre 2008 n. 181 e al Decreto Ministeriale 30 luglio 2009 n. 127 regolamento di attuazione dell’ art. 61, comma 23, D.L. 25 giugno 2008 n. 112 convertito con modifiche nella legge 6 agosto 2008 n 133 nonché dell’art. 2 del Decreto legge 16 settembre 2008 n 143 convertito, con modificazioni, nella legge 13 novembre 2008 n. 181, in materia di Fondo unico di giustizia, per l’anno 2011 si continuerà a dare piena attuazione alla convenzione, preceduta da regolare richiesta di offerta, sottoscritta dal Magistrato Dirigente il settore civile prot. 2146 del 30 settembre 2009, in accoglimento della migliore offerta sia in termini economici sia di accesso facilitato alle strutture bancarie, con la filiale della Banca Popolare del Mezzogiorno per la gestione dei depositi nelle procedure esecutive e fallimentari.


AGGIORNAMENTO LISTE GIUDICI POPOLARI

Nell’anno 2012 si procederà al completamento dell’aggiornamento delle liste dei giudici popolari di Assise e di Assise d’Appello ex legge 10 aprile 1951 n 287. ( attività rientrante tra gli obiettivi del dirigente amministrativo per l’anno 2012.)

SITO WEB

Nel corso dell’anno 2011, in particolare nei primi mesi , si provvederà al completamento e all’aggiornamento dei contenuti del sito web www.tribunale.vibovalentia.giustizia.it e/o www.tribunale.vibovalentia.giustizia.it (attività quest’ultima rientrante tra gli obiettivi del dirigente amministrativo per l’anno in corso)

INFORMAZIONE ALL’UTENZA

Oltre all’istituzione del sito WEB l’informazione all’utenza sarà garantita mantenendo il servizio per tramite monitor installati sia presso la sede centrale, corso Umberto, che presso i locali di via Laquari.



ATTIVITA’ ELETTORALE

Saranno garantite le attività elettorali in relazione alle eventuali scadenze 2012

ELEZIONE RAPPRESENTANTI DEI LAVORATORI

Saranno garantite le attività elettorali in relazione al rinnovo, nell’anno 2012, dei rappresentanti sindacali unitari

GIORNATA EUROPEA DELLA GIUSTIZIA CIVILE

Sarà organizzata anche nell’anno 2012, come già avvenuto il 25 ottobre 2008 ,24 ottobre 2009 ,25 ottobre 2010 e 26 ottobre 2011 , la giornata europea della giustizia civile con il patrocinio della Provincia, del Comune e dell’ufficio Scolastico Provinciale di Vibo Valentia e alla presenza delle autorità politiche ed istituzionali del Vibonese, degli organi di stampa locale ( cartacea e televisiva) e di una nutrita rappresentanza degli alunni degli istituti scolastici superiori della città di Vibo, Valentia. ( attività rientrante tra gli obiettivi del dirigente amministrativo per l’anno 2012.)

AZIONE DI SUPPORTO INFORMATIVO ISTITUTI SCOLASTICI

L’ufficio favorirà l’organizzazioni di stage indirizzate agli alunni delle ultime classi degli istituti scolastici superiori del vibonese .

Nel corso dell’anno 2012 si darà seguito, si è in attesa di approvazione del progetto, al partenierato con l’Istituto scolastico omnicomprensivo di Filadelfia relativo alla Programmazione di Fondi Strutturali Europei 2007/2013- iniziativa “ LE(g)ALI AL SUD: UN PROGETTO PER LA LEGALITA’ IN OGNI SCUOLA”



ARCHIVIAZIONE ATTI COMMISSIONE DI MANUTENZIONE

Si provvederà nel corso dell’anno alla raccolta,indicizzazione e rilegatura dei verbali Commissione di manutenzione anni dal 2004 al 2010 ( attività rientrante tra gli obiettivi del dirigente amministrativo per l’anno 2012.)

ARCHIVIAZIONE ORDINI DI SERVIZIO E ATTI VARI DIRIGENTE AMMINISTRATIVO

Si provvederà nel corso dell’anno alla raccolta,indicizzazione e rilegatura degli ordini di servizio e atti vari del Dirigente amministrativo anni dal 2004 al 2008 ( attività rientrante tra gli obiettivi del dirigente amministrativo per l’anno 2012.)




GESTIONE SPESE DI GIUSTIZIA

Con riferimento al servizio “spese di giustizia” il decreto della Direzione Generale della Giustizia Civile – Uff. I in data 17/11/2006 ha individuato, gli uffici sedi del “funzionario delegato” per le spese di giustizia, escludendo, tra gli altri, il tribunale di Vibo Valentia , per tanto nulla risulta innovato in materia e permangono anche per l’anno in corso le disposizioni già in vigore negli anni precedenti.

L’ufficio provvederà agli adempimenti di cui alla legge 24 dicembre 2007 n 244 (legge finanziaria 2008) e alla legge 23 dicembre 2009 n 191 (legge finanziaria 2010) in relazione alle disposizioni conseguenti alla stipula tra il Mi­nistero della giustizia e una società interamente posseduta dalla società di cui al­l’ articolo 3, comma 2, del decreto-legge 30 settembre 2005, n. 203, convertito, con mo­dificazioni, dalla legge 2 dicembre 2005, n. 248,di una o più convenzioni in base alle quali la società stipulante con riferimento alle spese e alle pene pecuniarie previste dal testo unico di cui al decreto del Presi­dente della Repubblica 30 maggio 2002, n. 115, conseguenti ai provvedimenti passati in giudicato o divenuti definitivi a decorrere dal 1° gennaio 2008, provvede alla gestione del credito.

Come già disposto per l’anno precedente il servizio dei depositi giudiziari, sia in materia penale che in materia civile, terrà conto della convenzione stipulata tra il Ministero e la Società Equitalia Giustizia Spa in esecuzione e secondo le modalità di cui alla circolare ministeriale pro. DAG 29.12.2008.01880340

GESTIONE BENI MOBILI

Proceduto nel corso dell’ anno 2008 alla completa trasmigrazione dati relativi ai beni inventariali e durevoli Cat. I,II e VI ( circa 5.000 beni ) dal programma ARGO al programma GECO, anche per corrente anno si provvederà, nei termini di legge, alla trasmissione per via informatica dei modelli 96 e 98 C.G.

Si provvederà alla cessione, previa autorizzazione ministeriale, agli uffici del giudice di pace del circondario, che ne faranno richiesta, del materiale informatico ( computer ) funzionante ma non più in uso nel tribunale perché sostituito da apparecchiature di più recente assegnazione

Si provvederà alla relazione annuale, anno 2011, beni durevoli ex art. 22 comma 4 DPR 254/02

Si provvederà alla relazione annuale, anno 2011, materiale di facile consumo ex art. 22 comma 4 DPR 254/02


GESTIONE SOMME SPESE D’UFFICIO

Una gestione oculata, grazie all’attività del funzionario responsabile il servizio dottor Lico Gustavo delle somme assegnate annualmente, volta a ridurre i costi e ad impedire le spese superflue e comunque non indispensabili ed al ricorso al mercato elettronico della pubblica amministrazione ha permesso all’ufficio di soddisfare le esigenze giornaliere di materiale di consumo, assicurare al meglio i servizi e mantenere scorte, di materiale, tali da garantire la continuità funzionale degli uffici, nonostante le notevoli e progressive decurtazioni nelle assegnazioni..

Anche per l’anno in corso si proverà alla rilegatura provvedimenti giurisdizionali , alla rilegatura riviste e alla fornitura magistrati e personale dei codici quali strumenti necessari ed indispensabili per le attività.

ASPETTI CRITICI INERENTI LA MANCANZA DI SUFFICIENTI RISORSE FINANZIARIE E STRUMENTALI.

Come evidenziato nella programmazione relativa all’anno precedente il Tribunale di Vibo Valentia, come d’altra parte tutti gli uffici periferici, sconta l’inadeguatezza delle risorse, professionali ed economiche, assegnate rispetto agli ambiziosi percorsi intrapresi in questi ultimi anni dalla nostra Amministrazione verso una giustizia più moderna, celere ed efficace.

Durante l’anno appena trascorso, i servizi informatici nel loro complesso hanno subito drastici tagli quanto alle spese correnti ed agli investimenti.

Ciò ha significato per gli uffici una pesante riduzione del servizio di assistenza sistemistica ed il sostanziale abbandono del rinnovamento e delle manutenzioni dell’hardware, con forti ricadute in negativo sulle attività giudiziarie (giurisdizionali ed amministrative) che richiedono l’utilizzo di sistemi informatizzati.

Peraltro, la drastica riduzione dei servizi di interoperabilità (posta elettronica ed internet) nei confronti del personale amministrativo, operata fin dal 2005 dal Ministero per esigenze di bilancio, rischia di compromettere i risultati fin qui raggiunti dal nostro Ufficio ed in genere il completamento del processo di modernizzazione in atto, nonché di deprimere le legittime aspirazioni del personale ad approfondire le conoscenze informatiche ed a migliorare la qualità delle prestazioni a tutto vantaggio del servizio Giustizia.

Ulteriori criticità, e negative ricadute sui servizi, si avranno in relazione al fatto che il ministero della giustizia, con riferimento al tribunale di Vibo Valentia, non ha garantito per l’intero anno l’assistenza informatica, con presenza in loco degli operatori ATU.

LOCALI: PROBLEMATICHE E PROSPETTIVE.

Nel mese di novembre 2011 si è resa disponibile, per i processi penali collegiali, l’aula di udienza sita nel nuovo palazzo di giustizia.

Nel corso dell’anno 2011 si sono celebrate udienze DDA.

Il trasferimento dei processi penali collegiali nella nuova struttura ha permesso, in considerazione delle notevoli dimensioni dei locali, una ottimale celebrazione di quei procedimenti che vedono la partecipazione di una moltitudine di persone tra imputati, legali e pubblico.

Quanto sopra , inoltre, garantisce un maggior livello di sicurezza e permette di decongestionare il traffico nella zona ( tra l’altro centralissima nella città ) antistante il “vecchio” palazzo di giustizia evitando così i notevoli problemi derivanti dalla contemporanea presenza di molti mezzi di trasporto dei detenuti e dalla mancanza di idonee zone di parcheggio per gli stessi

Il Comune di Vibo Valentia ha già deliberato per la costruzione di locali archivio presso il nuovo palazzo di giustizia, locali che se consegnati, permetteranno un definitivo riassetto dell’Archivio di questo Tribunale.

Continuerà, a completamento, l’attività diretta al versamento ed eliminazione atti e documentazione civile e penale, iniziato negli anni passati e tendente al recupero spazi.

La piena adozione del protocollo di intesa con la provincia di Vibo Valentia relativa alla gestione con il supporto dell’istituto bibliotecario vibonese degli atti di stato civile permetterà il recupero nell’edificio in cui ha sede il tribunale di circa 1000 mq da destinare alle cancellerie e ai servizi.

In data 3 novembre 2010 è stato sottoscritto protocollo d’intesa tra il Tribunale di Vibo Valentia, la Procura della Repubblica di Vibo Valentia , la regione Calabria e il Comune di Vibo Valentia “per la realizzazione di investimenti infrastrutturali con soluzioni sperimentali energetico-ambientali finalizzati all’adeguamento del Palazzo di Giustizia di Vibo Valentia nell’ambito dei progetti integrati di sviluppo urbano” nell’ambito delle disposizioni generali sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, sul fondo Sociale Europeo e sul Fondo di coesione viene finanziato un progetto pilota redatto dal Consiglio Nazionale Ricerche (CNR) di risparmio energetico.

E’ fatta salva, ai sensi dell’articolo 4 d.lgs n 240/06, ogni modifica e/o integrazione derivante da sopravvenute esigenze dell’ufficio.

Copia del presente programma viene trasmessa, per mezzo di posta elettronica certificata, al signor Capo Dipartimento e signor Direttore Generale - Ministero della Giustizia – dipartimento dell’Organizzazione giudiziaria, del personale e dei servizi-e alla Commissione Valutazione Dirigenti

Vibo Valentia 20 gennaio 2012

Il Dirigente

( dottor Gaetano Walter Caglioti )

Il Presidente

( dottor Roberto Lucisano )

Tribunale di Vibo Valentia - Corso Umberto I - 89900 Vibo Valentia (VV)
Tel. 0963 / 473111 - E-mail: tribunale.vibovalentia@giustizia.it

Sito realizzato da Edicom Servizi

CSS Valido! Valid XHTML 1.0 Transitional