salta al contenuto

Piano utilizzo autovetture (Ordine di servizio n. 37/2010)

 

Ordine di servizio n 6/08

 

IL DIRIGENTE

 

 

Visto l'art. 2, commi 118 e seguenti, della legge 23 dicembre 1996, n.692, re-cante "Misure di razionalizzazione della finanza pubblica";

Visto il D.P.C.M. 2 gennaio 1997, recante "Disposizioni transitorie sull'utilizzo delle autovetture in dotazione alle amministrazioni pubbliche";

Visto il D.P.C.M. 28 febbraio 1997, con il quale sono state tra l'altro dettate le disposizioni per l'utilizzo delle autovetture in dotazione alle pubbliche amministrazio-ni;

Visto l'art.2, comma 1, del citato decreto del 28 febbraio 1997 relativo alla pre-disposizione dei piani per l'utilizzo delle autovetture di servizio, anche riguardo alle esigenze di contenimento della spesa pubblica;

Visto l'art. 3, comma 1, del  decreto legislativo del 25 luglio 2006 n 240 relativo alla “ individuazione delle competenze dei magistrati capi e dei dirigenti amministrativi degli uffici giudiziari nonche' decentramento su base regionale di talune competenze del ministero della giustizia, a norma degli articoli 1, comma 1, lettera a), e 2, comma 1, lettere s) e t) e 12, della legge 25 luglio 2005, n. 150

Vista la circolare del Ministero del Tesoro 26 marzo 1997, n. 24 con la quale è ravvisata l'esigenza di realizzare immediate economie di spesa nella gestione delle autovetture in dotazione ad amministrazioni pubbliche;

Visto il criterio indicato all'art. 2, comma 1, lett. a) del D.P.C.M. 11 aprile 1997 (in G.U. n.107 serie generale del 10.5.1997) che limita l'utilizzo cumulativo delle auto-vetture a fronte di esigenze di servizio programmate periodicamente dalle strutture ovvero, ove non programmabili, segnalate tempestivamente;

Vista la Nota del Ministro di Grazia e Giustizia in data 18 giugno 1997 Prot. N. 375/50/5 Ris. ‑ 566 avente ad oggetto: "Modalità di utilizzazione di vetture di servizio non protette in dotazione agli uffici giudiziari ed agli uffici del Ministero di Grazia e Giustizia";

Vista la Nota del Ministro di Grazia e Giustizia in data 18 giugno 1997 Prot. N. 375/50/5 Ris. ‑ 566 avente ad oggetto: "Modalità di utilizzazione di vetture di servizio non protette in dotazione agli uffici giudiziari ed agli uffici del Ministero di Grazia e Giustizia";

Vista la Circolare Ministero della Giustizia - Direzione generale delle risorse materiali, dei beni e dei servizi – del  5 giugno 2007 prot. 23343;

Vista la Nota della Corte di appello di Catanzaro in data 1 giugno 2007 Prot. N. 7758/07  avente ad oggetto: " Parco auto ordinario – Chiarimenti  - Circolare della Direzione generale delle risorse materiali, dei beni e dei servizi in data 5 giugno 2007 prot. 23343-  ";

Considerato che in data 11 maggio 2007 venivano restituite, per fine leasing, l’autovettura FIAT PUNTO targata BX528YP e il 3 gennaio 2008 , per fine leasing    l’autovettura Lancia Lybra targata BX034YK ;

Vista la dotazione delle autovetture assegnate secondo le disposizioni ministe-riali,  consistente in:

 

1. FIAT GRANDE  PUNTO targata DL 806DF 
                    (di proprietà dell’amministrazione)

 

2. FIAT CROMA “BLINDATA”  targata AG 635JA 
                    (di proprietà dell’amministrazione)

 

Vista la dotazione organica del personale addetto alla guida e alla reale consi-stenza dello stesso in servizio che è come appresso indicato:

 

1. Esposito Michele

2. Pannia Nicola

3. Cirillo Domenico

4. Di Gesu Basilio

5. La Fortuna  Francesco

6. Panucci Ferdinando

7. Mazzitelli Andrea

 

A parziale modifica, integrazione e aggiornamento dell’ordine di servizio prot. 784 del 15 luglio 1997 Predispone il seguente piano di utilizzo delle autovetture di servizio :

 

1.  FIAT GRANDE PUNTO targata  DL 806DF
           (di proprietà dell’amministrazione)

 

condotta, secondo l’accordo raggiunto tra gli Ausiliari B1 in relazione anche alla presenza giornaliera e al piano periodico di utilizzo redatto dal Coordinatore Ausiliari B1, per l'utilizzo secondo le esigenze d’ufficio.
   Eventuali particolari urgenti motivate esigenze dei singoli Magistrati e dei funzionari dovranno essere segnalate, per tempo, al Coordinatore del servizio
(sig. Esposito o suo temporaneo sostituto) per consentire allo stesso una migliore organizzazione dell’utilizzo della vettura.



L’autovettura sarà utilizzata per le esigenze dell’Ufficio quali quelle riguardanti:

-       servizi amministrativi (Posta – Agenzia delle entrate  - accesso ad Uffici giudiziari situati nel Comune di Vibo Valentia - Archivio di Stato ‑ Archivio notarile - I.N.P.D.A.P. - I.N.P.S., ecc.);

-       accompagnamenti e spostamenti del personale amministrativo comandato in servizio esterno, legittimato da esigenze di servizio.

 

In particolare la FIAT GRANDE PUNTO in dotazione , per le caratteristiche tecniche di cui è dotata  che le consente un risparmio sul prezzo di acquisto del carburante, rispetto all’altra autovettura in dotazione, sarà l’unica indicata per compiere, fuori del territorio comunale, i servizi di istituto ritenuti necessari ed indispensabili, ferma restando la disposizione che per uscire dal territorio comunale la vettura deve in ogni caso essere autorizzata, su richiesta dei magistrati e/o dei funzionari, con provvedimento scritto del  Dirigente che avrà avuto cura di valutare i criteri di effettiva necessità, urgenza ed economicità.

Tenuto conto che il servizio fuori del territorio comunale di Vibo Valentia potrebbe comportare il riconoscimento di indennità di missione, lo stesso sarà effettuato a turno tra tutti gli Ausiliari B1, secondo il piano predisposto dal Coordinatore del servizio.

 

Nei tempi di attesa, l’autovettura sosterà nel cortile del Palazzo.

 

 

2. FIAT CROMA “BLINDATA”  
(di proprietà dell’amministrazione)

 

La suddetta autovetture, blindata, in considerazione della prevista indennità per la guida di automezzi speciali, sarà condotta a rotazione da tutti gli Ausiliari B1 secondo il piano predisposto dal Coordinatore.

La stessa, a causa dell’elevato costo di gestione, sarà utilizzata esclusi-vamente per i magistrati ammessi a tutela e  percorrerà tutti gli itinerari che il trasportato indicherà, senza limitazione alcuna.

    La vettura, quando non utilizzata, sosterà nel cortile del Palazzo.

    Per evitare che una prolungata sosta comporti danno all’autovettura, di tanto in tanto la stessa potrà essere utilizzate per brevi percorsi, previa autorizza-zione del Dirigente.

 

 

In ossequio al criterio riguardante la tendenziale riduzione del chilometraggio complessivo su base annua, si dispone che tutti i conducenti delle vetture in dotazione all'ufficio programmino i viaggi secondo gli itinerari più vantaggiosi e brevi riguardo alla sicurezza e, ove possibile, mediante la percorrenza delle corsie preferenziali se, ovviamente, in possesso delle rispettive autorizzazioni rilasciate dalla competente Autorità Comunale.

 

 

 Tenuta della documentazione di viaggio

Si Nomina responsabile del servizio il Dirigente Affari generali che sarà coadiu-vato dall’Ufficio Ragioneria ed Economato per la contabilità e resa del conto di tutte le somme assegnate a vario titolo all'Ufficio per la gestione degli Automezzi e, per la gestione materiale e giornaliera,secondo gli indirizzi del responsabile del servizio, dall’ Ausiliario B1 signor Signoretta Rocco.

 

I libretti di bordo (mod. 261) dovranno essere sempre accuratamente annotati con:

- l'esatta indicazione delle percorrenze effettuate

- il numero dei chilometri percorsi per ogni singolo viaggio

- la firma di chi ha disposto ogni singolo viaggio.

 

Le esigenze dei vari Magistrati e dei singoli Uffici dovranno essere preventiva-mente segnalate per consentire, al responsabile del servizio, di organizzare lo stes-so nel migliore dei modi e nel rispetto del criterio di economicità dettato dalla norma-tiva vigente in materia.

Per quanto qui non espressamente previsto si dispone che, alle necessità emergenti, urgenti e non dilazionabili, si provveda con le vetture al momento a disposizione dell'ufficio nel rispetto delle norme concernenti la gestione del servizio automezzi e alla disponibilità dei buoni di benzina assegnati.

A conferma dei precedenti ordini di servizio designa l’Ausiliario B1 più anziano in servizio, sig. Esposito Michele, quale Coordinatore degli Ausiliari B1

 

 Si comunichi

Ordini di servizio di maggiore interesse

Tribunale di Vibo Valentia - Corso Umberto I - 89900 Vibo Valentia (VV)
Tel. 0963 / 473111 - E-mail: tribunale.vibovalentia@giustizia.it

Sito realizzato da Edicom Servizi

CSS Valido! Valid XHTML 1.0 Transitional